Poesie pubblicate Mi accorgo di non avere patria…

Poesie pubblicate

Mi accorgo di non avere patria…

Mi accorgo di non avere patria…

E’ il treno di ritorno,
ma verso cosa?
Mi accorgo di non avere patria
mentre l’Italia si lascia attraversare
dolcemente.
Le sue carezze non mi toccano
io sono altrove.
Oh mare!
Oh verdi colline!
Con voi i miei occhi e la mia fantasia
non possono più giocare
come quando ero bambino.

Mi sono distaccato troppo in fretta
dalla vita…
Ma anche senza illudersi si può vivere!
È questa la mia più grave condanna,
la mia più grande sofferenza.

Roma mi ha lasciato così
come mi ha trovato.
Che me ne farò adesso dei suoi monumenti?
Che me ne farò adesso della sua bellezza?
Sta già affogando
in quel fiume tumultuoso
che è la mia vita.

Ma non temere, splendida città!
Ti darà degna sepoltura
Il mare di Genova,
quando i miei occhi
si lasceranno cullare
dal dolce movimento
delle sue onde.

(Alessandro Biddau)

Comments are closed.